rinvio rotto

Rottura di un rinvio a causa del gate flutter

Hunter Lee e il suo compagno si trovavano ad Acephale, una falesia nella Bow Valley, Alberta, Canada, per scalare Endless Summer (8b), una via su cui entrambi stavano lavorando.

La via era già montata con dei rinvii fissi, non sapevano di chi fossero né da quanto tempo fossero lì, ma sembravano essere “a posto” e ci avevano già scalato e volato sopra.

Si sono scaldati un po’ sempre sulla stessa via, volando in diversi punti, prima di tentarla in continuità. Ad ogni volo non hanno notato nulla di strano.

Nel primo tentativo vero, in cui Hunter Lee ha provato a passare il passo chiave, ad un certo punto si è trovato con i piedi messi male ed ha deciso di lasciarsi andare.

Ha sentito la corda mettersi in tensione, poi ha sentito un suono metallico ed ha visto qualcosa schizzare via con la coda dell’occhio. La caduta si è arrestata più in basso, per fortuna era abbastanza in alto da non arrivare a terra, se si fosse rotto uno dei primi rinvii della via, sarebbe stato diverso.

Ecco la scena:

 

Il rinvio che si è rotto era un rinvio allungato, un rinvio intero con un altro collegato al moschettone per allungarlo. Le fettucce erano marchiate 2014 come anno di omologazione e il moschettone che si è rotto è quello nel centro, quello collegato alle due fettucce.

rinvii rotti

Hunter Lee e il suo compagno hanno cercato di capire cosa possa essere successo, si sono confrontati con altri climber e l’idea che si sono fatti è che si sia trattato di un caso di “gate flutter”, cioè di quando si verifica una vibrazione armonica sul rinvio che fa sì che la leva non sia mai completamente chiusa nel momento della trazione.

 

Kolin Powick, direttore del reparto climbing di Black Diamond, ha dato una spiegazione più ampia: “credo che la fettuccia non fosse posizionata correttamente sul moschettone in modo da farlo lavorare sull’asse longitudinale. Probabilmente era spostata vicino al naso del moschettone ed ha fatto sì che la leva del moschettone non fosse correttamente chiusa. La rottura in quel punto del moschettone è un tipico caso di rottura da leva aperta. Il moschettone che si è rotto non è quello in cui passava la corda, ma quello di collegamento con la fettuccia, è verosimile che in questa collocazione, il fenomeno del gate flutter sia più marcato, poiché il moschettone era al centro del preparato e quindi subiva una tensione costante.”

Conclude: “La mia ipotesi è che si sia verificato del gate flutter o che almeno la leva non fosse correttamente chiusa per qualche motivo, tra cui la posizione della fettuccia. In questo modo il moschettone non ha lavorato con la corretta trazione longitudinale. Con questi presupposti, non ci vuole molto perché un moschettone con la leva aperta, sotto trazione possa rompersi”.

 

Climb safe