corda corta

Calata su monotiro con corda troppo corta

Stai arrampicando da primo su una via sportiva, arrivi in catena e ti fai calare. Quando sei ad alcuni metri dal suolo la corda non è lunga abbastanza, scorre attraverso l’assicuratore del tuo compagno e voli a terra.

Pare incredibile ma è un incidente che si può verificare e che si verifica con una certa frequenza, talvolta non dagli esiti catastrofici se ci si accorge per tempo che la corda sta per finire.

Casi reali:

01.10.2012

28.06.2015

Le cause possono essere le più varie, prima fra tutte come viene logico pensare, la non corretta documentazione sulla lunghezza del monotiro che si va ad affrontare e quindi l’utilizzo di una corda troppo corta. Quello di trascurare la lunghezza del tiro che si sta andando ad affrontare, senza documentarsi accuratamente, è il caso più eclatante ma non l’unico, perché spesso tali incidenti si verificano su vie conosciute da chi arrampica e che sono state salite più volte da chi poi subisce l’incidente.

Ecco quindi alcune cause e le precauzioni da prendere per evitarle:

stai scalando con la tua corda? hai sempre affrontato la via con la tua corda da 70m e ora un amico o un conoscente ti impresta la sua. Verificare:

a) che la corda sia della lunghezza minima per affrontare la via

b) chiedere al proprietario se la corda è stata tagliata

c) verificare il bollino sul finale dei rami di corda, se presente, e cosa riporta

la corda può essersi accorciata. Le corde, con l’utilizzo, si accorciano anche fino al 10% e non in maniera simmetrica rispetto al centro della corda stessa. Per prevenire le potenziali conseguenze derivanti da questo fenomeno le precauzioni che potete prendere sono due:

a) la prima, anche se non definitiva ma può aiutare, è quella di segnare la metà corda ove non presente di fabbrica. In commercio esistono inchiostri dedicati che non rovinano i tessuti, sviluppati per colorare la metà corda e renderla evidente. In questo modo si favorisce la probabilità che il compagno che assicura, vedendo scorrere la metà corda fuori dall’assicuratore prima che arriviate in catena, capisca che c’è qualcosa che non va.

b) ultimo e definitivo accorgimento, sempre valido in tutte le manovre, dalla calata in corda doppia all’assicurazione su monotiro: fare il nodo in fondo alla corda!

corda corta

Non c’è niente  da fare, l’attività alpinistica è intrinsecamente pericolosa e per 1.000 volte in cui va tutto bene ce ne può essere una in cui qualcosa va storto, l’unico modo per garantire a sé stessi i massimi standard di sicurezza è quello di applicare una routine di “buone abitudini” (vedi il controllo incrociato tra partner per verificare il nodo e l’assicuratore alla partenza) ed il nodo in fondo alla corda è una di quelle, banale ma fondamentale.

 

Climb safe