corda dry

Una corda Dry è meglio di una corda non Dry?

In commercio esistono corde senza trattamento dry, con trattamento dry sulla calza e con trattamento full dry (anima e calza).

Veniamo alla domanda: il trattamento dry rende migliore la propria corda? La rende una scelta migliore in ogni condizione? Una corda con trattamento dry costa di più, ha senso acquistarla solo se la uso per fare vie su misto in montagna o anche per uso falesistico?

Il trattamento dry è un trattamento che rende la corda idrofoba, impermeabile, che, secondo lo standard UIAA deve limitare l’assorbimento dell’acqua da parte della corda al 5%.

corda dry

Cedar Canyon, Utah – USA

Ovviamente per chi scala su ghiaccio corde con trattamento dry sono un must, se non corde con trattamento full dry. Corde come la Beal Ice Line Golden Dry o la Petzl Paso Guide hanno un trattamento totalmente impermeabilizzante, per cui puoi immergere la corda in acqua e l’assorbimento è inferiore al 2%. Corde non dry su ghiaccio, si bagnano completamente e diventano rigide come un cavo di acciaio, impedendole di passare attraverso un assicuratore e di compiere un qualsiasi nodo.

Les Dents de la Mer, Calanques, France.

Les Dents de la Mer, Calanques, Francia.

Ma per chi scala in falesia ha senso acquistare ed utilizzare corde con questo trattamento? Certo, per chi arrampica in falesia può capitare di prendere acqua, su monotiri dove la ritirata è rapida o anche su vie multipitch dove si rimane esposti alle intemperie più a lungo. Il vantaggio di avere una corda totalmente impermeabile in queste condizioni tutto sommato è piuttosto relativo, in quanto la si utilizza per ritirarsi e calarsi. Per chi va esclusivamente in falesia appare evidente come, in termini di sicurezza e funzionalità, non sia necessario dotarsi di una corda full dry.

Tuttavia corde dry (trattate solo calza e non anima), come la Beal Joker 9.1 o Edelweiss Performace 9.2 svolgono al meglio la loro funzione rispetto a corde non dry, anche quando non piove. Il trattamento dry infatti rende più flessibile la corda, migliorando la maneggevolezza, respingendo lo sporco ed aumentandone la longevità. Un trattamento impermeabilizzante sulla corda è come l’ammorbidente per i vestiti: alla lunga ne preserva le proprietà e fa sì che la corda duri di più.

In definitiva, alla domanda se valga la pena dotarsi di una corda dry anche per un utilizzo falesistico la risposta è sì, il rapporto costo/durata/beneficio alla lunga ne giustifica l’utilizzo.

Climb safe