termometro scende

Il termometro scende?

Qualche giorno fa siamo partiti di buonora per andare ad arrampicare sulla falesia del Monte Dolada, bellissima falesia a 1.600 di quota sopra al Lago di Santa Croce, con abbondanza di tiri facili su ottimo calcare di placca da appoggiata a verticale.

Siamo arrivati presto per sfruttare al massimo la giornata, lasciata la macchina copriamo le poche centinaia di metri che ci separano dalla roccia. Quando siamo pronti ad attaccare, il sole non ha ancora raggiunto la falesia e la temperatura è di 5 gradi. Insomma faceva “freschino” non tanto per chi doveva aprire ma per chi doveva fare sicura.

Ecco per chi si vuole preparare ad affrontare i primi freddi e continuare a godersi l’arrampicata in ambiente, alcuni piccoli consigli pratici per non darla vinta la freddo, suggerimenti che vanno al di la del vestirsi a “cipolla” con capi caldi a contatto con il corpo e protettivi negli strati esterni.

termometro scende

 

1- Scegliere la falesia in modo smart: il pensiero più comune è “scegliamo una falesia esposta a Sud”, assolutamente vero, ma la cosa davvero importante è scegliere una falesia che prenda tanto sole fin dalle prime ore del mattino e che abbia una base non immersa nella vegetazione, perché se è vero che chi scala sarà ben presto baciato dai caldi raggi del sole, chi fa sicura si troverà a tremare di freddo all’ombra degli alberi.

 

2- Scaldarsi, ma non sudare nell’avvicinamento: se durante l’avvicinamento tenete un passo rilassato e lento che non vi farà sudare arriverete alla base della falesia un po’ meno caldi, ma eviterete che il sudore a contatto con la pelle si raffreddi e vi faccia accusare il freddo mentre vi state preparando e estraendo l’attrezzatura dagli zaini. Per non “sbagliare” la termia, da questo punto di vista, il consiglio è quello di avere freddo quando stai partendo. Se quando parti stai bene o addirittura hai caldo, quando arriverai all’attacco sarai sudato, se quando parti per l’avvicinamento hai freddo, arriverai caldo ma non sudato.

 

3- Riscaldatevi meglio che potete: il riscaldamento nell’arrampicata è tanto importante quanto troppo spesso tralasciato. Soprattutto se la giornata è fredda spendere 20 minuti per alzare la temperatura corporea e preparare le dita all’arrampicata è fondamentale. Forse vi farà apparire un po’ esaltati, ma mettersi a saltellare aprendo e chiudendo le gambe alzerà il battito cardiaco e porterà maggiore flusso sanguigno alle estremità. Qualcuno preferisce farlo con più stile e fa la danza del Pinguino Funky . Molto utile utilizzare degli strumenti come i power grips di Metolius o i Maxgrip per una breve sessione di trazioni o deadhangs di riscaldamento. Se non volete apparire troppo “professionali” allora potete pensare a qualcosa di più discreto come un giroscopio, un anello elastico o un Powerfingers.

 

4- Usare i guanti per fare sicura: questa in realtà sarebbe buona regola da seguire ogni volta che si fa sicura, infatti indossare un paio di guanti non solo vi terrà le manine al caldo, pronte per il prossimo tiro, ma soprattutto aumenta la sicurezza mentre assicurate il vostro compagno, infatti in caso di caduta non rischierete che la corda vi “bruci” le mani, costringendovi a mollare la presa. Per l’inverno scegliete un modello a dita lunghe, ma anche in estate potete pensare a un paio a dita corte.

 

5- Tenere le scarpette al caldo: Mentre state riposando o mentre state facendo sicura mettete le scarpette all’interno della vostra felpa o della giacca. Il calore del vostro corpo eviterà che le scarpette si raffreddino troppo e di conseguenza quando tornerete ad indossarle i vostri piedi ve ne saranno grati, le dita non si raffredderanno e non vi faranno male nei primi movimenti.

 

6- Portare con sé un thermos con una bevanda calda: i rimedi della nonna alla fine funzionano sempre. Se la giornata si preannuncia lunga e fredda fatevi un bel thermos caldo di the, caffè, mate, punch o cioccolata, insomma la bevanda che preferite, l’importante è avere con se una riserva di liquidi caldi che vi metta il fuoco dentro. Inoltre tenere il thermos tra le mani funziona bene anche come riscaldamento pre-tiro.

 

E se tutto questo non funziona… beh un biglietto aereo per la Spagna, Sardegna o Sicilia in questo periodo non è poi così costoso.